SSD o Hdd: quale è meglio per te?

Quali sono le differenze tra SSD e HDD? Le unità a stato solido e le unità disco rigido sono simili in termini di specifiche fisiche, ma il processo di archiviazione dei dati è diverso. Ogni tipo di unità presenta vantaggi e svantaggi, ma scegliere quale delle due è più adatta a te è solo una questione di come utilizzi il computer. La nostra guida illustra come funziona ciascun tipo di unità di archiviazione e cosa può comportare per te.

HDD

La tecnologia che sta dietro ai dischi rigidi è nota e comprovata. I dischi rigidi sono presenti sul mercato da oltre 50 anni e sono oggetto di un aumento costante della capacità di archiviazione e una riduzione delle dimensioni fisiche. Gli HDD utilizzano dischi rotanti, o piatti, per leggere e scrivere i dati.

Hard drive showing spinning platter and actuator arm.

Come funzionano i dischi rigidi  

Le unità disco rigido sono composte da uno o più piatti magnetici, un braccio attuatore con una testina di lettura/scrittura per ogni piatto e un motore per azionare piatti e bracci. Vi è anche un controller I/O e un firmware che informa l’hardware su cosa fare e comunica con il resto del sistema.

Ogni piatto è composto da cerchi concentrici, chiamati tracce. Le tracce sono divise in unità logiche chiamate settori. Ogni numero di traccia e settore è combinato con un indirizzo univoco che può essere utilizzato per organizzare e individuare i dati. Le informazioni vengono scritte nell’area disponibile più vicina. Un algoritmo elabora i dati prima che vengano scritti, in modo che il firmware possa rilevare e correggere eventuali errori.

I piatti ruotano a una velocità preimpostata (da 4200 rpm a 7200 rpm per i computer di consumo), che corrisponde alla frequenza di lettura/scrittura. Più è alta la velocità preimpostata, più la velocità di lettura e scrittura del disco rigido sarà elevata.

Lettura e scrittura  

Ogni volta che richiedi al computer di recuperare o aggiornare i dati, il controller I/O informa il braccio attuatore sulla posizione di tali dati e la testina di lettura/scrittura raccoglie le informazioni leggendo la presenza o assenza di una carica in ogni indirizzo. Se hai richiesto di aggiornare i dati, la testina di lettura/scrittura modifica la carica nella traccia e nel settore interessati.

Il tempo impiegato dal piatto per ruotare e dal braccio attuatore per trovare la traccia e il settore corretti è chiamato latenza.

Svantaggi  

Gli svantaggi degli HDD sono correlati alle parti meccaniche utilizzate per leggere e scrivere i dati, poiché ci vuole più tempo a trovare e recuperare informazioni in modo fisico che elettronico. Le parti meccaniche possono guastarsi se non vengono maneggiate in modo appropriato o se il disco cade. Ciò costituisce uno svantaggio nei portatili, ma non nei computer fissi. Gli HDD inoltre sono più pesanti e consumano più energia rispetto agli SSD equiparabili.

Vantaggi

I vantaggi di un disco rigido stanno nella sua comprovata tecnologia e nei costi solitamente più contenuti rispetto a quelli di un’unità a stato solido con la stessa quantità di archiviazione. Attualmente, gli HDD sono disponibili con spazi di archiviazione maggiori rispetto agli SSD.

SSD

Le unità a stato solido sono una tecnologia più recente, ma si sono evolute rapidamente aggiungendo ogni anno capacità di archiviazione. Gli SSD utilizzano l’archiviazione elettronica in una memoria non volatile: questo significa che i dati non scompaiono quando il sistema viene arrestato.

Crucial solid state drive and motherboard

Come funziona la NAND

Gli SSD possono essere paragonati a un’unità USB di grandi dimensioni; infatti, utilizzano la stessa tecnologia di base. La NAND, la tecnologia delle unità a stato solido, è un tipo di memoria flash. Al livello più basso, i transistor a gate flottante registrano una carica (o la mancanza di una carica) per archiviare i dati. I gate sono disposti a griglia, che a sua volta è organizzata in blocchi. Le dimensioni dei blocchi possono variare, ma ogni riga che compone la griglia è chiamata pagina.

Un controller SSD esegue diverse funzioni, incluso il monitoraggio della posizione dei dati.

Lettura e scrittura

Ogni volta che richiedi al computer di recuperare o aggiornare dati, il controller SSD individua l’indirizzo delle informazioni richieste e legge lo stato della carica.

L’aggiornamento dei dati è un’operazione più complessa negli SSD. Se si aggiorna una porzione di un blocco, tutti i dati nel blocco devono essere aggiornati. I dati sul vecchio blocco vengono copiati in un blocco diverso, il blocco viene cancellato e le informazioni vengono riscritte con le relative modifiche su un nuovo blocco.

Quando l’unità è inattiva, un processo chiamato raccolta di rifiuti si assicura che le informazioni nel vecchio blocco siano state cancellate e che il blocco possa essere riscritto.

Un altro processo, chiamato TRIM, informa l’SSD che può evitare di riscrivere determinati dati quando cancella i blocchi. Poiché il numero di volte in cui i blocchi possono essere riscritti è limitato, si tratta di un processo importante che impedisce l’usura prematura dell’unità di archiviazione.

Per prevenire l’usura dell’unità, inoltre, vi è un algoritmo che assicura una distribuzione omogenea dei processi di lettura/scrittura su ogni blocco dell’unità. Questo processo si chiama wear leveling e viene eseguito in automatico mentre l’unità è in funzionamento.

Poiché il processo di lettura/scrittura richiede lo spostamento dei dati, gli SSD sono spesso forniti di un’archiviazione maggiore; c’è sempre una certa quantità di archiviazione che non è segnalata al sistema operativo e non è accessibile all’utente. Questo permette all’unità di spostare ed eliminare gli elementi senza intaccare la capacità di archiviazione complessiva.

Svantaggi

Gli SSD sono una tecnologia nuova e, in quanto tale, sono più costosi degli HDD. Anche se i produttori stanno cercando di mettersi alla pari, può essere difficile trovare un’unità a stato solido con una capacità elevata. Gli HDD possono essere fino a 2,5 volte più grandi.

Scopri di più sugli SSD e su come funzionano.

Vantaggi  

Le unità a stato solido offrono tempi di caricamento più rapidi per giochi, applicazioni e film. Data la tecnologia che utilizzano, gli SSD sono più leggeri e più resistenti a spostamenti e cadute. Inoltre, le unità a stato solido consumano meno energia e mantengono quindi il computer fresco.

La scelta

La differenza tra dischi rigidi e unità a stato solido sta nella tecnologia utilizzata per archiviare e recuperare i dati. La tabella qui sotto riporta alcune differenze.

  Costo Velocità
Durata
Capacità massima
Efficienza energetica
HDD Più economici Più lenti Meno duraturi
10 TB Consumano più energia
SSD Più costosi
Più veloci Più duraturi
4 TB Consumano meno energia

Gli HDD sono più economici e offrono più spazio di archiviazione. Gli SSD, tuttavia, sono più rapidi, leggeri e duraturi e consumano meno energia. La scelta dell’unità di archiviazione più adatta a te è dettata esclusivamente dalle tue esigenze.

Trova l’SSD più adatto a te con la nostra guida all’acquisto.


©2017 Micron Technology, Inc. Tutti i diritti riservati. Informazioni, prodotti e/o specifiche sono soggetti a modifiche senza preavviso. Né Crucial né Micron Technology, Inc. sono responsabili di eventuali omissioni o errori fotografici o di tipografia. Micron, il logo Micron, Crucial e il logo Crucial sono marchi commerciali o marchi registrati di Micron Technology, Inc. Tutti gli altri marchi commerciali e marchi di servizio sono di proprietà dei rispettivi detentori.


articoli Correlati

Visualizza tutti gli articoli