Filtra per:

Come vengono prodotti gli SSD?

Micron produce gli SSD partendo da zero. Ogni fase del processo viene gestita internamente, dalla creazione del supporto flash dai wafer di silicio fino alla stampa delle schede a circuiti stampati e all’assemblaggio dei prodotti finiti. Collaudiamo poi rigorosamente i prodotti in termini di qualità e affidabilità, prima di spedirli ai clienti di tutto il mondo.

Creazione dell’unità

Gli SSD sfruttano chip di memoria flash per archiviare informazioni. Un SSD è composto da diversi chip di memoria montati su una scheda a circuiti stampati. Micron fabbrica i chip di memoria flash internamente su wafer al silicio, similmente a come crea le proprie memorie del computer. 

Siccome i wafer di silicio sono soggetti a contaminazione, dei robot spostano i wafer in più di 800 operazioni, che richiedono più di un mese per il completamento. Con l’avanzare dei wafer nel processo, vengono aggiunti molti strati di materiale al wafer. Questi includono materiali conduttivi come rame e materiali non conduttivi come il biossido di silicio. In seguito all’applicazione di ogni strato di materiale, il wafer viene rivestito con un liquido fotosensibile, poi viene applicata la luce ultravioletta al wafer attraverso una mascherina di vetro con lo schema circuitale elettrico. Nei punti in cui la luce entra in contatto con i materiali, questi si dividono e sciolgono. Dove il materiale è protetto dalla mascherina, rimane intatto, stampando lo schema circuitale sul wafer. I bagni chimici successivi lavano via ogni residuo.

Dopo la stampa, ogni wafer da 30 centimetri genera centinaia di chip, che devono essere separati. Una volta separati i chip, vengono inseriti in un alloggiamento protettivo di plastica. 

Le schede circuitali di grandi dimensioni sono coperte con una pasta per saldatura in lega di stagno nelle zone in cui i chip della memoria e gli altri componenti verranno inseriti. Un robot collega i componenti alla scheda, quindi le schede assemblate entrano in un forno che fonde i componenti alla scheda.

wafer di silicio in fase di lavorazione

Controllo della qualità

Per prima cosa le schede passano una scansione ottica, utile a verificare che i componenti sulla scheda siano nella posizione corretta. A questo punto, la macchina successiva analizza ai raggi X la scheda, verificando che tutto sia saldato nel punto corretto. Le grandi schede a circuiti stampati vengono poi tagliate in singole schede e, nel caso di dischi da 2,5 pollici, inserite in un alloggiamento di plastica.

Ogni unità viene poi etichettata con relativo modello e numeri di serie, specifiche tecniche e altre informazioni. Un’altra informazione è il codice a barre per il tracciamento del prodotto. Le unità sono collegate a un tester che ne verifica le funzionalità e installa il firmware per l’esecuzione del disco. Il disco poi viene sottoposto a circa 60 ore di testing prestazionale, per garantire che memorizzi i dati correttamente e legga/scriva alle velocità specificate. Gli SSD Micron vengono testati anche con una vasta gamma di schede madri, per garantirne la compatibilità universale.

Le unità sono poi imballate in una bustina in lamina isolata, per prevenire l’elettricità statica e collocate in una scatola. Da quel punto in poi, vengono spedite in tutto il mondo.

robot che distribuisce la pasta per saldatura

Un disco da zero

Micron è uno dei pochi produttori che fabbrica SSD partendo dal silicio. Grazie a controlli sulla qualità, dalla prima fase all’ultima, i dischi sono garantiti e con lo strumento Crucial® Advisor™ o lo strumento Scansione sistema, potrai trovare il giusto fattore di forma, la giusta interfaccia e le giuste dimensioni per le tue esigenze di archiviazione.


©2019 Micron Technology, Inc. Tutti i diritti riservati. Informazioni, prodotti e/o specifiche sono soggetti a modifiche senza preavviso. Né Crucial né Micron Technology, Inc. sono responsabili di eventuali omissioni o errori fotografici o di tipografia. Micron, il logo Micron, Crucial e il logo Crucial sono marchi commerciali o marchi registrati di Micron Technology, Inc. Tutti gli altri marchi commerciali e i marchi di prodotti sono di proprietà dei rispettivi detentori.