Filtra per:

Il fattore di forma M.2 con le interfacce PCIe® o SATA

Recentemente, le aggiunte ai fattori di forma disponibili e le interfacce delle unità di archiviazione hanno portato nuove opzioni per gli utenti di computer. Tuttavia, un paio di modifiche possono confondere alcuni utenti. Questo articolo illustra cosa sia il fattore di forma M.2 e come interagisce con le varie interfacce.

Il fattore di forma M.2

M.2 è una specifica del fattore di forma, progettata per sostituire lo standard mSATA. Le specifiche illustrano le dimensioni fisiche e la forma della carta. La scheda stessa può essere utilizzata per diverse applicazioni, ma l'applicazione di cui parla questo articolo è relativa alle unità a stato solido.

Il fattore di forma M.2 è stato progettato per massimizzare lo spazio PCB (circuito stampato) riducendo al minimo l'ingombro del modulo M.2 stesso. Il modulo è rettangolare, con possibili larghezze di 12, 16, 22 o 30 millimetri. Generalmente, le unità a stato solido hanno una larghezza di 22 millimetri. Anche la lunghezza può variare; 16, 26, 30, 38, 42, 60, 80 o 110 millimetri. La maggior parte delle schede madri fornirà diverse lunghezze per un modulo M.2, la larghezza sulle schede madri sarà meno variabile poiché il connettore è posizionato sul bordo del lato corto della scheda M.2.

 

SSD M.2 in un computer portatile

Interfacce PCIe e SATA

M.2 è il fattore di forma di un particolare SSD. C'è anche un'interfaccia fisica che collega l'unità al resto del computer. Sebbene esistano numerose interfacce diverse, ci concentreremo su PCIe e SATA.

Interfaccia SATA

L'interfaccia SATA, o Serial ATA, è meno recente di PCIe, ma il suo sviluppo ha portato importanti progressi nel mondo informatico, come ad esempio la possibilità di utilizzare interfacce hot swap. L’interfaccia SATA per unità di archiviazione è stata sviluppata per i dischi rigidi; quando le unità a stato solido sono state immesse sul mercato, hanno adottato la stessa interfaccia permettendo agli utenti di passare facilmente alle nuove unità di archiviazione.

Interfaccia PCIe

L'interfaccia PCIe, o Peripheral Component Interconnect Express, è un'interfaccia più recente che presenta dimensioni fisiche ridotte. Il vero vantaggio dell'interfaccia PCIe, tuttavia, è la capacità di trasmettere dati su un massimo di quattro piste. Se combinato con l'interfaccia logica NVMe®, le velocità di lettura/scrittura aumentano per gli SSD rispetto all'uso di SATA e dell'interfaccia logica AHCI.

SSD con interfaccia PCIe

Quale interfaccia mi conviene?

Per decidere quale interfaccia sia la migliore per te, l’aspetto più importante da considerare è quale funzionerà sul tuo computer. Può essere difficile capire la differenza tra una connessione PCIe e SATA guardando lo slot sulla scheda madre. Controlla le specifiche del tuo computer per vedere quale interfaccia è supportata. Puoi anche utilizzare lo strumento Crucial® Advisor™ o lo strumento di Scansione Sistema per trovare le parti compatibili.

Se hai a disposizione più slot M.2 e almeno uno di essi supporta PCIe, sceglilo per un upgrade dell’SSD. PCIe, se combinato con NVMe, offrirà tempi di lettura e scrittura più rapidi.


©2019 Micron Technology, Inc. Tutti i diritti riservati. Informazioni, prodotti e/o specifiche sono soggetti a modifiche senza preavviso. Né Crucial né Micron Technology, Inc. sono responsabili di eventuali omissioni o errori fotografici o di tipografia. Micron, il logo Micron, Crucial e il logo Crucial sono marchi commerciali o marchi registrati di Micron Technology, Inc. . PCIe è un marchio registrato  di PCI-SIG. NVMe è un marchio registrato di NVM Express, Inc.  Tutti gli altri marchi commerciali e i marchi di servizio sono di proprietà dei rispettivi detentori.