Filtra per:

Memoria virtuale - Impostazioni e consigli

La memoria virtuale (nota anche come file di pagina) è essenzialmente un blocco di spazio sul disco rigido o unità a stato solido (SSD) partizionata dal sistema operativo per fingere di essere RAM quando la RAM fisica sta per esaurirsi durante l’esecuzione dei programmi. Fornisce RAM "falsa" aggiuntiva per consentire ai programmi di continuare a funzionare, ma dato che l’accesso e le prestazioni di HDD e SSD sono molto più lente della RAM stessa, viene solitamente osservato un notevole calo nelle prestazioni quando si fa affidamento unicamente alla memoria virtuale.

Gestire la memoria virtuale in un sistema Windows® è relativamente semplice ma quasi sempre inutile. Come impostazione predefinita, Windows regolerà la memoria virtuale in tempo reale in base alle necessità e alla RAM installata. Cerca di effettuare le impostazioni adeguate alle necessità e alla RAM installata e si regolerà se ci sono picchi di utilizzo. Questo può portarlo a utilizzare una grande quantità di spazio se si sta utilizzando molta RAM (per esempio un sistema con 8 GB di RAM avrà spesso 8 GB di memoria virtuale predefinita e può utilizzare fino a 16 GB). Alcuni utenti cambieranno le impostazioni della memoria virtuale per ridurre lo spazio usato dal loro SO sul disco rigido o sull’unità a stato solido, dato che ritengono di aver abbastanza RAM da non aver mai bisogno della funzionalità della memoria virtuale sul proprio SO. Gli utenti vogliono anche riprendere lo spazio "sprecato" se la memoria virtuale non viene usata, questo succede specialmente quando vi sono costi di archiviazione più alti su un SSD. Tuttavia, riducendo o eliminando la memoria virtuale per liberare spazio nell’unità potrebbe esserci il rischio di causare errori o instabilità di sistema nei casi in cui ci potrebbe essere maggiore esigenza di memoria virtuale ma è stato raggiunto il massimo di ciò che il sistema permette.

Di solito, non c’è bisogno di aumentare questa impostazione di memoria. Le situazioni in cui più memoria virtuale influisce sul funzionamento di un programma vengono risolte con un aggiornamento della RAM, dato che le velocità RAM superano di molto le prestazioni della memoria virtuale. Le prestazioni di sistema verranno ridotte rispetto al miglioramento dell’hardware dedicato progettato per fornire questo beneficio.

Le calibrazioni manuali per quest’impostazione vengono effettuate a proprio rischio, e non devono essere tentate a meno che vi siano linee guida rigorose riguardo a ciò che serve. Togliere spazio di partizione per la memoria virtuale può portare i programmi o il sistema a un malfunzionamento globale. Inoltre, i programmi più vecchi vengono progettati con il presupposto che ci sia un file di pagina per l’uso, e i malfunzionamenti di programmi singoli possono avvenire se non hanno a disposizione memoria virtuale adeguata a causa di una configurazione errata.

Le istruzioni dettagliate per queste calibrazioni in vecchie versioni di Windows varieranno leggermente dalle istruzioni di seguito ma saranno per la maggior parte applicabili, dato che questa funzionalità non è cambiata molto da Windows XP.

  1. Accedere alle proprietà di sistema sia dal link Sistema nel sotto-menu Sistema e sicurezza del Pannello di controllo sia facendo clic con il tasto destro su Computer nel menu di avvio e selezionando Proprietà (solo Windows 7 o inferiore). Ciò aprirà la finestra mostrata sotto.

  1. Scegliere Impostazioni di sistema avanzate (link sottolineato in rosso col numero 1 nella schermata qui sopra). Ciò aprirà una finestra intitolata Proprietà di sistema.

  1. Fare clic sul tasto "Impostazioni" nella categoria prestazioni (tasto sottolineato col numero 2 nella schermata qui sopra). Ciò apre la finestra delle opzioni di prestazioni.
  2. Andare alla scheda delle funzioni avanzate (sottolineata ed etichettata come 3) quindi fare clic sul tasto di modifica (sottolineato ed etichettato come 4). Questo aprirà la finestra della memoria virtuale (sottolineata ed etichettata come 5), dalla quale si possono fare le calibrazioni.

Se si disabilita ‘Gestisci automaticamente dimensioni file di paging per tutte le unità’, questa finestra consentirà di impostare manualmente gli intervalli di dimensione, specificare in quale unità posizionare questo spazio se ve sono diverse (per liberare spazio su un SSD spostando il file di paging su un disco rigido secondario) o disabilitare completamente la funzionalità.

Sebbene alcuni utenti disattivino la gestione automatica o le funzionalità di memoria virtuale nella loro interezza, il nostro consiglio ufficiale è di lasciarla presente. Se si desidera ridurre le dimensioni in base all’utilizzo, questa operazione può essere effettuata in modo sicuro, tuttavia la disattivazione completa non è necessariamente sicura. Anche se ritiene di disporre di RAM sufficiente per non usarla, questo cambiamento potrebbe comportare il rischio di software non ottimizzato correttamente, in particolare problemi di perdita di memoria che influiscono sulla RAM, causando malfunzionamenti in un secondo momento.

©2019 Micron Technology, Inc. Tutti i diritti riservati. Informazioni, prodotti e/o specifiche sono soggetti a modifiche senza preavviso. Né Crucial né Micron Technology, Inc. sono responsabili di eventuali omissioni o errori fotografici o di tipografia. Micron, il logo Micron, Crucial e il logo Crucial sono marchi commerciali o marchi registrati di Micron Technology, Inc. Windows è un marchio commerciale di Microsoft Corporation negli Stati Uniti e/o in altri paesi. Tutti gli altri marchi commerciali e i marchi di servizio sono di proprietà dei rispettivi detentori.