Le velocità di trasferimento tramite USB non sono quelle che mi aspettavo

Alcuni fattori possono ridurre le prestazioni USB dei dispositivi collegati rispetto a quelle dichiarate. I dispositivi interessati possono essere unità SSD portatili, unità flash USB o dischi a stato solido in custodie esterne o con adattatori esterni. Qui di seguito proponiamo le soluzioni per diversi di questi contrattempi, facilmente risolvibili dall'utente finale, per migliorare immediatamente le prestazioni dell'hardware collegato. 

Utilizzare le porte più veloci disponibili nell'hardware

Un sistema o una scheda madre può disporre di diversi standard USB. Per raggiungere le massime prestazioni, consultare la documentazione del sistema o della scheda madre per individuare le porte con il massimo standard di velocità disponibile, quindi collegare il dispositivo di memoria a una di esse. Ad esempio, un sistema con un’unità a stato solido NVMe PCIe in un alloggiamento esterno, supponendo che l'alloggiamento sia in grado di far funzionare l’unità SSD alla massima velocità, deve essere collegato a una porta USB 3.1 Gen 2 (se disponibile), per ottenere le massime prestazioni. Se si utilizza uno standard meno recente, le prestazioni saranno limitate al livello supportato da tale standard. La tabella seguente contiene un riepilogo degli standard USB per i dispositivi di archiviazione, con le velocità massime teoriche dei dispositivi collegati.

Standard

Velocità supportata dal dispositivo

Altri nomi

Velocità trasferimento bit

USB 2.0

Fino a 50
megabyte/secondo (MB/s)


"Hi-Speed"

480 Mb/s

USB 3.1 Gen 1

Fino a 600 MB/s

USB 3.0, USB 3.2 Gen
1, "SuperSpeed"

5 Gb/s

USB 3.1 Gen 2

Fino a 1.200 MB/s

USB 3.2 Gen 2,
"SuperSpeed+"

10 Gb/2

Nota: il protocollo di trasferimento USB ha un overhead e anche se la velocità teorica è di 600 MB/s per lo standard 3.1 Gen e di 1.200 MB/s per il 3.1 Gen 2, tali velocità non saranno mai raggiunte a causa dell'overhead.

Verificare che la velocità dell'alloggiamento o dell'adattatore USB sia sufficiente per l’unità SSD in uso

Come accennato sopra, gli standard USB meno recenti limitano le prestazioni delle unità SSD. Oltre alle porte, anche l'alloggiamento e l'adattatore possono limitare la velocità di trasferimento. Controllare le specifiche del contenitore e dei cavi per verificare che siano conformi a uno standard in grado di supportare la velocità desiderata.

L'alimentazione e la velocità delle unità USB è condivisa tra le porte corrispondenti

Diversi dispositivi USB collegati attraverso lo stesso controller avranno la velocità suddivisa tra loro quando sono sotto carico contemporaneamente. Le porte così collegate potrebbero non essere evidenti a colpo d'occhio, ma generalmente sono disposte l'una accanto all'altra sul sistema o sulla scheda madre. I dispositivi collegati a un hub USB e a una singola porta USB di un sistema ne risentiranno in modo analogo.
Le porte possono anche suddividere l'alimentazione tra più dispositivi dello stesso controller. Anche se non ci sono conseguenze dirette sulla velocità, quando più dispositivi iniziano a ridurre l’alimentazione necessaria per il funzionamento di altri dispositivi, si possono notare anomalie a livello di prestazioni, come dispositivi che smettono di funzionare o "non vengono rilevati" dal sistema operativo (OS) e da altre applicazioni. 

Driver

I sistemi operativi moderni supportano lo standard USB 3 per impostazione predefinita, ma per i sistemi operativi meno recenti, come Windows 7 e quelli precedenti, è necessario scaricare e installare i driver USB 3, affinché i dispositivi collegati funzionino correttamente. Se il download non avviene automaticamente attraverso un processo di aggiornamento del sistema operativo, accedere al sito web del produttore del sistema o della scheda madre, quindi individuare e installare il driver del controller USB, per la piena compatibilità con i dispositivi USB 3.
Pur non essendo indispensabile, l'utilizzo dei driver del produttore può migliorare le prestazioni dei dispositivi USB anche nei sistemi operativi con supporto nativo per il protocollo USB 3. I driver USB 3 predefiniti del sistema operativo potrebbero determinare un funzionamento più lento rispetto a quelli forniti dal produttore dell'hardware.

©2019 Micron Technology, Inc. Tutti i diritti riservati. Informazioni, prodotti e/o specifiche sono soggetti a modifiche senza preavviso. Né Crucial né Micron Technology, Inc. sono responsabili di eventuali omissioni o errori nelle immagini o di stampa. Micron, il logo Micron, Crucial e il logo Crucial sono marchi o marchi registrati di Micron Technology, Inc. Microsoft e Windows sono marchi di Microsoft Corporation negli Stati Uniti e/o in altri paesi. Tutti gli altri marchi e i marchi di servizio sono di proprietà dei rispettivi titolari.


Live chat
Chatta offline