Scusa. La tua ricerca non ha trovato alcun numero di parte Crucial attivo o ID di configurazione.

In passato, un fotografo doveva salvare il proprio lavoro su piccole schede SD o su HDD portatili. Ora invece, grazie all’avvento degli SSD portatili, puoi archiviare, proteggere e trasportare i tuoi file in un modo molto più rapido e semplice. (Se sei indeciso tra un SSD interno e SSD esterno, questa nostra valutazione comparativa ti aiuterà a scegliere.)

Vediamo di seguito quattro vantaggi di cui possono usufruire fotografi e videomaker utilizzando un SSD portatile.

Gli SSD portatili mettono a disposizione una grande quantità di spazio

Uno dei motivi più ovvi per scegliere un SSD per il backup di foto e video è l’enorme capacità di archiviazione. Gli SSD portatili sono dispositivi semplici e compatti, ideali per i fotografi che sono stanchi di avere numerose unità flash e HDD.

I fotografi possono facilmente archiviare tutti i propri lavori su un’unica unità. Le dimensioni delle immagini vanno dai 250 KB di uno scatto a bassa risoluzione fino agli oltre 6 MB delle foto ad alta risoluzione destinate a essere stampate su carta. Calcolando una dimensione media di 5 MB per ciascun file, un SSD da 1 TB può contenere fino a 200.000 immagini.

Per i videomaker, i requisiti della capacità di archiviazione sono ancora più elevati. A seconda della telecamera impiegata, un’ora di riprese in 4K può occupare da 42 a oltre 740 GB. Se ti occupi di fotografia, è probabile che tu debba modificare le tue foto per garantire che siano della massima qualità, pertanto è importante disporredell’hardware giusto per il graphic design. Queste attività comportano enormi quantità di dati da archiviare e trasferire, in particolare quando è necessario modificare i filmati.

Considerando il workflow, avere tutte le immagini sulla stessa unità consente agli editor di montare le sequenze senza dover trasferire enormi quantità di dati da unità differenti.

Gli SSD portatili sono più veloci

Gli SSD sono anche notevolmente più veloci di altre soluzioni di archiviazione portatili. Ad esempio, Crucial X8 è 7,5 volte più veloce di un HDD portatile e fino a 100 volte più veloce rispetto a un’unità flash USB 3.0. Questo vantaggio in termini di velocità ti consente di risparmiare secondi o minuti ogni volta che apri o esporti un file.

Quando si parla di SSD portatili, bisogna tenere presente due fattori, entrambi importanti per i creativi: la velocità di lettura e la velocità di scrittura. La velocità di lettura misura il tempo necessario per aprire un file da un dispositivo. La velocità di scrittura indica il tempo impiegato per salvare un file sul dispositivo.

In che modo questa differenza nelle velocità di lettura e scrittura influenza una situazione di vita reale? Immagina di essere sul campo. La tua fotocamera sta per esaurire la capacità di archiviazione e la luce del giorno si sta affievolendo. Devi eseguire il backup dei file in modo da tornare a scattare. Se utilizzi un HDD portatile, per trasferire i file possono essere necessari fino a 70 minuti. Con un SSD portatile, invece, sono necessari meno di 10 minuti.

Per fotografi e videomaker, la velocità di lettura diventa importante durante il processo di editing. Quando ritocchi le immagini in Photoshop o crei tracce in Premiere Pro, la velocità di lettura determina la velocità con cui puoi accedere ai dati. Per attività con grandi quantità di dati, ad esempio l’editing di un video in 4K, questo valore può avere un effetto enorme sul flusso di lavoro.

Elevate velocità di lettura consentono di modificare i file senza doverli prima copiare sul computer principale.

Gli SSD portatili semplificano la collaborazione

Come suggerisce il nome, un SSD portatile è… portatile. Perché questa caratteristica dovrebbe essere importante per i fotografi sul campo?

Per iniziare, perché consente di evitare la necessità di copiare i file su laptop o PC. Questa operazione non è solo scomoda (immagina di dover trasportare il tuo computer desktop in una foresta e di cercare una presa di corrente), ma compromette anche il workflow.

Con un SSD portatile, puoi inviare rapidamente i file a un editor o a un collaboratore senza attendere per ore che il materiale sia caricato sul cloud. Inoltre, puoi disporre di un backup sicuro dei file anche quando ti trovi in un luogo remoto da cui non puoi accedere a Internet.

Un SSD ti consente addirittura di modificare e leggere i file direttamente dall’unità stessa, risparmiando così il problema di dover copiare ogni singolo file sul computer. Ciò può essere particolarmente utile quando hai a che fare con file di grandi dimensioni, ad esempio durante l’editing dei video.

Gli SSD portatili sono più durevoli degli HDD

Se devi avventurarti in mezzo alla natura o camminare in città, puoi stare certo che i tuoi file sono protetti con un SSD. Gli SSD portatili sono progettati per operare in condizioni estreme e possono affrontare le avventurose imprese dei fotografi sul campo.

A differenza dei più vecchi HDD, i quali impiegano dischi rotanti per leggere le informazioni, gli SSD non contengono parti mobili. Questo li rende molto più resistenti a urti, colpi, vibrazioni e cadute. Quando sei lontano da una connessione Internet, è della massima importanza disporre di un backup sicuro.

Avere un dispositivo di archiviazione affidabile è fondamentale per il workflow di fotografi e videomaker. Gli SSD portatili forniscono una soluzione più rapida e durevole dei tradizionali HDD e delle unità flash. I creativi possono eseguire facilmente il backup dei file anche senza una connessione Internet, inviare progetti di grandi dimensioni ai collaboratori e modificare i file direttamente sull’unità senza compromettere la produttività.