Filtra per:

PERCHÉ I DISCHI RIGIDI SI ROMPONO. GLI SSD NO

Minuscole parti in movimento possono mettere i tuoi file più importanti a rischio

Ovunque tu sia in questo momento, si potrebbe scommettere sul fatto che nelle vicinanze stiano costruendo qualcosa. Tutto quello che viene costruito è variabile, sia un piccolo edificio o un grattacielo, e quelli realmente sicuri, sono stati costruiti secondo gli standard di settore. Ignorando questi codici non solo il nostro comportamento sarebbe deplorevole, ma incorreremo in un concetto spesso ribadito dal settore assicurativo, ovvero un “rischio”.


Sia che si tratti di un edificio, di attraversare la strada o di raggiungere la pensione, nelle decisioni di tutti i giorni cerchiamo di evitare il rischio, determinando così le possibilità di successo. A casa e a lavoro, molto delle nostre vite si trova in un computer. Salviamo fogli di calcolo, email, foto, giochi, filmati e molto altro su queste macchine e la cosa peggiore è trovare il disco rigido rotto. Se archiviare o meno file e dati, su dischi rigidi tradizionali o su SSD di nuova generazione, è una delle decisioni che aiutano ad eludere costose perdite, evitando inutili rischi, tenendo in considerazione come vengono costruiti.

Funzionamento dei dischi rigidi

In caso di diversi terabyte di dati e un budget estremamente limitato, i dischi rigidi (HDD) possono dimostrarsi un’opzione accettabile. Una volta erano tecnologia all’avanguardia. In uno spazio sottile nanometri, sfruttano minuscoli bracci mobili per leggere e scrivere dati magneticamente da dischi che girano a 7.200 giri/minuto. Tuttavia, queste intricate parti in movimento sono anche la causa principale del rischio di guasto.

 

Funzionamento degli SSD

Diversamente dai dischi rigidi, gli SSD non sfruttano parti meccaniche in movimento per leggere o scrivere i dati. Adottano invece la tecnologia di memoria flash, che tramite gli elettroni legge, scrive e memorizza i dati. Di conseguenza, risultano più veloci, resistenti e molto probabilmente dureranno più a lungo. L'assenza di parti in movimento significa minor attrito, minor consumo energetico e una tecnologia più intelligente per prolungare la vita utile del disco e di conseguenza di tutte le foto, i video e i file su di esso salvati.

Quanto è grande un nanometro?

Un nanometro corrisponde a un miliardesimo di metro, quindi microscopicamente piccolo. Come riferimento, ecco cosa viene misurato in nanometri.*

Valore di resistenza agli urti

Uno dei metodi per misurare la durata di un disco di archiviazione è la quantità della resistenza agli urti in forza gravitazionale (Gs) ai quali può sopravvivere e continuare a funzionare. Essenzialmente, un “urto” è l’accelerazione o decelerazione di un oggetto ed è maggiore se si verifica molto rapidamente, come in una caduta, in un urto o impatto.

Ecco un po’ di contesto. Quando tuo zio ti dà una pacca sulla spalla, stai sperimentando un urto da 4,1 Gs*. Un calcio a una palla da calcio genera approssimativamente 300 Gs. Un disco rigido tradizionale quando è “fermo” (completamente spento), nominalmente può sopravvivere a 250 Gs di urto su 2 millisecondi. In uso tuttavia, i dischi rigidi sono qualificati per sopportare 30 Gs di urto in fase di scrittura (salvataggio) e 60 Gs in fase di lettura.

Un SSD Crucial® invece è in grado di sopportare fino a 1.500 Gs su 0,5 millisecondi.*

 

Perché la resistenza agli urti è così importante per disco rigido o SSD?

Poiché i dischi rigidi operano tramite bracci di registrazione, ciascuno sospeso a soli pochi nanometri dal disco rotante, quando un disco subisce un urto, il limite di errore ammesso è inferiore, ad esempio quando cade o colpisce qualcosa. Se il braccio nel disco rigido viene colpito e si sposta anche di pochi nanometri, potrebbe graffiare il disco e comprometterlo. Questo è il motivo per cui è importante che gli SSD non usino parti in movimento, evitando rischi.

Statistiche per gli urti

È fondamentale in che modo sono fabbricati i dischi

 I dischi di archiviazione spesso fungono da deposito sicuro per contenere le tue memorie digitali. I file che raccontano la storia della tua vita si trovano al loro interno: video delle vacanze, foto di bambini e famiglia, CV, fogli di calcolo finanziari e film e album musicali che fanno da sfondo. Non rischiare di perdere questi file insostituibili affidandoti a intricate parti meccaniche e a dischi rotanti. Se il tuo portatile o PC fisso ti è stato venduto con un disco rigido, magari è giunta l’ora di passare a un SSD più affidabile.

Fare clic QUI per visualizzare tutte le fonti citate in questo testo.

©2019 Micron Technology, Inc. Tutti i diritti riservati. Informazioni, prodotti e/o specifiche sono soggetti a modifiche senza preavviso. Né Crucial né Micron Technology, Inc. sono responsabili di eventuali omissioni o errori fotografici o di tipografia. Micron, il logo Micron, Crucial e il logo Crucial sono marchi commerciali o marchi registrati di Micron Technology, Inc. Tutti gli altri marchi commerciali sono di proprietà dei rispettivi detentori.