Filtra per:

Come velocizzare Adobe® Photoshop®

Praticamente ad ogni passaggio del flusso di lavoro su Photoshop, i graphic designer e i fotografi possono sperimentare ritardi. Dall’avvio dell’app al caricamento delle immagini, all’applicazione degli effetti e fino al rendering, al salvataggio e all’esportazione dei file da inviare ai clienti, i tempi di attesa davanti al computer sono normalmente parte della propria giornata, ma non deve per forza essere così.

Se Photoshop funziona lentamente, sostituendo il disco rigido del computer con un SSD e ottimizzando la memoria è possibile velocizzare ogni passaggio del flusso di lavoro per ridurre al minimo il tempo passato a fissare una schermata in caricamento. Leggi altro sui vantaggi di un SSD

Sperimenta la maggiore velocità di Photoshop

Come una memoria maggiore e un SSD velocizzano Photoshop

Più RAM e un SSD aiuteranno Photoshop a: 

  • Si avvia più velocemente
  • Trasferisci immagini dalla fotocamera al computer più velocemente
  • Caricare Photoshop e altre applicazioni più velocemente
  • Cariare immagini e file più velocemente
  • Modificare e creare più velocemente
  • Salvare ed estrarre più velocemente
  • Esegui multitask più velocemente

Perché una memoria maggiore e un SSD velocizzano Photoshop

Il ruolo della memoria in Photoshop

Azioni quotidiane che dipendono dalla memoria: L’elaborazione e la modifica delle immagini (aggiunta di layer ed effetti), il rendering, il ripristino dei file, l’esecuzione di Photoshop e altre applicazioni. Maggiori informazioni sulla memoria.

Perché la memoria è così importante: Per eseguire Photoshop (o altre applicazioni), il programma deve essere copiato e salvato nella memoria del computer. In tal modo, ogni immagine sulla quale si lavora verrà copiata e salvata in memoria. Una maggiore memoria implica la possibilità di gestire più immagini e programmi allo stesso tempo, e di lavorare su di essi in tempo reale, senza alcun ritardo. Una maggiore memoria consente inoltre di salvare e ripristinare i file più rapidamente. Poiché generalmente i file Photoshop sono di grandi dimensioni, consumano molta memoria. Se i file consumano più memoria di quanta ve ne sia disponibile, occorrerà eseguirne la conversione (“swapping”) all’interno dell’archivio. Utilizzare un SSD può tornare utile in tal senso, perché i dati vengono scritti più velocemente nell’archivio a lungo termine.

Un computer per graphic design.

Il ruolo dell’archiviazione in Photoshop

Le azioni quotidiane che si basano sull’archiviazione: Avviamento, apertura di Photoshop e altre applicazioni, caricamento delle immagini, salvataggio dei file, rendering ed elaborazione dei media quando il computer utilizza una memoria virtuale (utilizza l’unità di archiviazione al posto della memoria, o come “disco scratch”)

Perché un SSD è così importante: L’unità di archiviazione del sistema carica e salva ogni immagine e documento su cui si sta lavorando. È anche responsabile del caricamento di Photoshop e viene usata dal sistema per elaborare immagini ed eseguire il rendering una volta che si esaurisce la memoria (come spesso accade con il multitasking). Passare da un disco rigido a un SSD in Photoshop è come passare da una connessione internet telefonica a una a banda larga: una differenza tanto grande che cambia davvero molto in termini di velocità. È il potere di un SSD, che fa davvero la differenza se si salvano frequentemente versioni incrementali di un progetto. Quando ci di deve misurare con esigenze di risoluzioni sempre più alte, crescenti dimensioni dei file e il bisogno di salvare i progetti costantemente nel caso in cui i clienti cambino idea, la capacità di salvare e recuperare i file velocemente è un vero e proprio dono. È anche un dono che si rinnova, perché gli SSD non hanno piccole parti mobili, quindi sono meno inclini a guasti e rotture e alla conseguente perdita dei file del cliente.

Che cosa ha rivelato il nostro test delle prestazioni in Photoshop

Sebbene sia risaputo che una maggiore memoria e un’archiviazione più veloce accelerino i lavori di graphic design in generale e specialmente Photoshop di lenta esecuzione, abbiamo voluto testare tale teoria e quantificare l’impatto che è possibile realizzare. Testando quattro configurazione dello stesso sistema di base, siamo stati in grado di isolare le variabili di prestazione e di valutare come la DRAM e gli SSD possano influire su un tipico progetto di graphic design, la creazione di un poster. Il nostro team di progettazione ha scelto uno dei nostri file finiti e ha creato uno script che ha richiesto 72 passaggi, culminanti nel poster finito. Questi passaggi sono quindi convogliati in uno script che ci ha permesso di rimuovere l’elemento umano dall’assemblaggio del poster e di osservare le pure prestazioni dei componenti.

Prima di eseguire lo script, tuttavia, abbiamo lanciato altre sei applicazioni e le abbiamo lasciate attive in background perché abbiamo constatato che molti designer lavorano costantemente in multitasking tra diversi elementi del progetto, e volevamo simulare uno scenario di progettazione il più realistico possibile. Sebbene il sistema che abbiamo testato fosse un modello datato in grado di installare solo 16 GB di memoria, ha rappresentato una buona base per valutare il ruolo della memoria e dell’archiviazione nel completamento di un flusso di lavoro campione.

HDD, RAM 4 GB

HDD, RAM 16 GB

SSD, RAM 4 GB

SSD, RAM 16 GB

Avvio

1:34

1:36

0:53

1:07

Aprire 6 app

6:03

5:24

1:32

1:28

Aprire un file Photoshop da 1 GB

8:59

1:29

1:01

0:32

Eseguire uno script di prova (72 passaggi)

5:05

1:28

1:42

1:32

Salvare file Photoshop

5:26

0:11

0:37

0:12

Ripristinare file

5:32

0:26

0:45

0:29

Tempo totale

32:39

10:33

6:30

5:20

Componente

Sistema

HP® Elitebook® 8460p

Processore

Intel® Core™ i5-2520M 2.50GHz

Memoria

Crucial 4 GB DDR3-1333

Disco rigido

HGST Travelstar® 7.200 giri/minuto da 320 GB

SSD

Crucial MX200 1 TB

BIOS

BIOS revision F.06 (28 luglio 2011)

Sistema operativo

Microsoft® Windows® 7 Pro 64-bit

Software

Adobe® Creative Cloud®


Come è stato eseguito il test: Ad eccezione del sistema con disco rigido da 4 GB, ogni configurazione è stata testata tre volte e le cifre sopra riportate sono le medie dei risultati dei singoli test. Abbiamo testato il disco rigido con 4GB di memoria una sola volta perché era la configurazione base del sistema e aveva una quantità insolitamente bassa di memoria per il lavoro di design, quindi il test aveva soltanto uno scopo rappresentativo. Tutti i test sono iniziati con un nuovo avvio in modo che altri fattori e applicazioni non interferissero con i risultati riportati. Solo i file e le applicazioni usati per il test erano installati e conservati sulle unità. Test condotto nel febbraio del 2016. 

Tutte le indicazioni di tempo sono in minuti:secondi.

*Programmi che abbiamo lanciato e lasciato funzionare in background: Illustrator®, InDesign®, Acrobat Reader®, Microsoft® Word®, Excel®, Outlook®

I risultati parlano per sé, sebbene sottostimino il guadagno in termini di velocità che si può apprezzare poiché il nostro script di prova su Photoshop comprendeva l’elaborazione di immagini e l’applicazione di effetti che erano stati precedentemente caricati e creati. Abbiamo chiesto a Photoshop di assemblare un poster eseguendo una serie di azioni predeterminate. Nel mondo reale, si sarebbero dovute caricare e modificare tutte le immagini associate al progetto, cosa che avrebbe consumato molta più memoria e messo sotto stress l’unità di archiviazione che avrebbe dovuto caricare e salvare ogni componente del progetto. Inoltre, il sistema che abbiamo testato era un modello datato, per cui i sistemi attualmente in uso sono probabilmente più veloci e in grado di gestire una memoria superiore. Sebbene non abbiamo testato oltre i 16 GB, sappiamo da Adobe che una memoria maggiore significa che è possibile lavorare di più prima di dover ricorrere alla memoria virtuale. E poiché la memoria virtuale ha un impatto notevole sulle prestazioni, raccomandiamo di disporre di quanta più memoria possibile - tipicamente 32 GB - anche nel caso in cui la quantità installata soddisfi l’intensità del proprio carico di lavoro.

A prescindere dal tipo di computer che si usa o dalle attività incluse nel carico di lavoro, una maggiore memoria e un SSD sono modi comprovati per velocizzare il flusso di lavoro, specialmente quando si deve gestire il multitasking.

Quanta memoria e unità di archiviazione sono necessarie per eseguire un multitasking più veloce in Photoshop

Molti designer passano molto tempo ad eseguire compiti in multitasking tra Photoshop e altre applicazioni. Generalmente, si tratta di una necessità. La maggior parte dei progetti richiede di consultare le e-mail dei clienti, passare tra diverse immagini, creare grafici vettoriali in Illustrator, eseguire layout in InDesign, ricercare idee online e riprodurre musica per migliorare la creatività. Se si eseguono anche solo alcune di queste attività contemporaneamente, si beneficerà senz’altro dall’ottimizzazione della memoria, che è fondamentale per eseguire tutte le applicazioni aperte. È lei che rende possibile il multitasking. Scopri di quanta memoria ha bisogno il tuo computer.

Occorre ricordare, tuttavia, che il multitasking non è soltanto eseguire più programmi contemporaneamente. Ciò è importante per svolgere diverse azioni contemporaneamente, ed è a tal fine che un SSD può anche aiutare.

Memoria e SSD Crucial.

In sintesi: Velocizza Photoshop velocizzando ciò che lo alimenta

Il software può anche consentire una progettazione digitale, ma è l’hardware del computer che determina la velocità di progettazione. Ottimizza le prestazioni del tuo hardware assicurandoti che ogni componente aggiornabile stia lavorando al massimo della sua velocità. Non si tratta soltanto di usare una CPU veloce. È necessaria una quantità sufficiente di memoria per alimentare di continuo ogni nucleo di elaborazione, e un abbondante archivio SSD per caricare in maniera istantanea e salvare il proprio lavoro. La velocità alla quale si riesce a lavorare è un elemento critico. Sei tu che dipendi dal tuo sistema, o è il tuo sistema che dipende da te?


©2018 Micron Technology, Inc. Tutti i diritti riservati. Informazioni, prodotti e/o specifiche sono soggetti a modifiche senza preavviso. Né Crucial né Micron Technology, Inc. sono responsabili di eventuali omissioni o errori fotografici o di tipografia. Micron, il logo Micron, Crucial e il logo Crucial sono marchi commerciali o marchi registrati di Micron Technology, Inc. Adobe, Photoshop, Creative Cloud, Illustrator, InDesign e Acrobat Reader sono marchi commerciali o marchi registrati di Adobe, Inc. HP ed Elitebook sono marchi registrati o marchi commerciali di HP, Inc. Intel e Core sono marchi registrati di Intel Corporation o delle sue divisioni negli Stati Uniti e/o in altri paesi. Travelstar è un marchio registrato di HGST, Inc. e delle sue divisioni negli Stati Uniti e/o in altri paesi. Microsoft, Windows, Word, Excel e Outlook sono marchi commerciali o marchi registrati di Microsoft Corporation negli Stati Uniti e/o in altri paesi. Tutti gli altri marchi commerciali e i marchi di servizio sono di proprietà dei rispettivi detentori.